• Home
  • IFAD website
  • Subscribe to posts
  • Subscribe to comments

Africa!!!. La ventana abierta por los servicios financieros

Posted by Roxanna Samii Friday, April 29, 2011

Como imaginar un lugar sin estar ahí, desde todo punto de vista el mundo tiene muchas inequidades pero lo que hemos visto aquí, en estos primeros días de Ruta, es de gente que trata de salir de la forma que sea de su pobreza, gente que ha estado reprimida a lo largo de la historia moderna y que a la pequeña oportunidad abraza el entusiasmo y con sus limitaciones nos muestra que con poco si es posible hacer mucho.
Lo que hemos visto en estos primeros cinco dias, es una enorme capacidad de hacer cosas grandiosas, algunas con resultados debatibles, pero en fin de cuentas generadoras de un enorme capital social, relacional y de capacidades que no deja de sorprendernos, desde el inicio de la ruta nos dimos de cara a una realidad dura, o hasta hostil con una población casi olvidada, pero con las mismas inquietudes y miras inquitas de saber quienes éramos y que cosa podíamos dejar para su utilidad.

Pasando los días nos abriga la calidez de la cercanía a la línea ecuatorial con un paisaje que incluye elefantes, cebras, antílopes, hipopótamo y miradas extrañas de ver a gente ………..

Che esperienza meravigliosa questa Ruta! Mai nella nostra vita ci siamo svegliati cosi presto ma cosi volentieri! Ogni giorno della Ruta e´ un giorno in piu´ di apprendimento, di conoscenza, di scambio di informazioni, di straordinario arricchimento professionale e personale. L´idea che tutti i partecipanti rientrino nei loro paesi di origine e applichino cio´ che hanno imparato e cio´ che ritengono piu´ utile per il loro paese e per la loro comunita´, e´semplicemente elettrizzante e rappresenta la forma di cooperazione allo sviluppo (cooperazione sud-sud) dei prossimi decenni!

Alla fine della Ruta potremo dire di aver visitato 4 casi concreti di istituzioni microfinanziarie (e di averle poi analizzate e approfondite durante i wrap-up meetings, ciascuno esprimendo i propri compiacimenti o le proprie preoccupazioni), di aver imparato molto ma di aver anche risposto noi alle domande che le nostre amiche e i nostri amici africani ci ponevano per sapere cio´ che accade nei nostri paesi.

Durante la Ruta si lavora, ma il piacere e il divertimento non mancano di certo! Che divertenti i nostri viaggi in bus, cantando le canzoni piu´ conosciute (Akuna Matata,ecc…) ma anche quelle dei singoli paesi dei partecipanti, cosi come i vari inni nazionali! E poi mangiare i piatti tipici ugandesi (platano, riso, fagioli, patate, carne di capra, verdura…) cucinati dai nostri amici che cosi calorosamente ci ospitano nei loro villaggi e nelle loro case! E che accoglienze indimenticabili, con balli e canti che ci coinvolgono tutti! Alla fine della giornata siamo tutti un po´ stanchi, ma felici di essere stanchi perche´ esserlo ha significato passare una giornata intensissima e bellissima! Ogni giornata della Ruta e´ come un seme piantato, con tutte le possibilita’ che diventi presto albero e dia i suoi frutti non appena i partecipanti rientrano a casa!

Per finire non possiamo non citare le bellezze naturali apprezzate durante tutta la Ruta, tra foresta e savana, montagne e laghi, campagne, piantagioni di te´ e tanto altro, e poi gli straordinari animali! Abbiamo imparato molto anche della storia, della cultura e della tradizione ugandesi grazie agli appassionati racconti dei nostri amici ugandesi. E infine il gruppo, un gruppo di persone da vari continente e infiniti paesi (Peru, Colombia, Mexico, Uganda, Kenya, Malawi, Camerun, Somalia, Italia, Olanda…!!!!) che gia´ a meta´ Ruta son in realta´ un gruppo di amici!!

A questo punto non possiamo che dire grazie a chi ha permesso che tutto cio´ abbia avuto luogo: grazie Procasur, grazie Diana, grazie Fred!!!!"

0 comments